futuro del cristianesimo

di Matteo Menegazzo

Un manoscritto vecchio di vent’anni riemerso da un qualche scaffale dello studio di un giornalista, che rivela le memorie di un monaco ormai morto, che ha fatto un lungo viaggio formativo pur trascorrendo la vita tra “la cella, il coro, la biblioteca”. Potrebbe trattarsi della quarta di copertina di un romanzo d’avventura per ragazzi, invece è ciò che ci racconta Raniero La Valle, curatore del volume Benedetto Calati Il monaco della libertà.

Per ricordare il teologo svizzero Hans Küng, morto il 6 aprile, pubblichiamo l'articolo di Brunetto Salvarani in Avvenire del 7 aprile 2021.

Addio ad Hans Küng, voce critica nella Chiesa

La popolarità di Hans Küng – morto ieri a Tubinga dopo una lunga malattia affrontata con estrema dignità – è difficilmente sottovalutabile.
Come teologo, con i suoi insegnamenti, i suoi numerosi (e importanti) libri, la sua presenza anche a livello pubblicistico, egli ha segnato, nelle sue alterne vicende, un’epoca decisiva della storia della Chiesa cattolica, a partire dal Vaticano II fino ai nostri giorni.

di Daniele Garota

Chi crede sa che Dio ha creato in principio ogni cosa e che ci salverà alla “fine del mondo” (Mt 13,40). Per i cristiani al centro di tutto c’è poi l’incarnazione di Dio, il suo esser diventato, duemila anni fa, “carne” in Cristo. E sarà proprio questo Dio così ridotto a umiltà e piccolezza a salvare e giudicare tutto quanto avrà vissuto qui sulla terra, dal primo all’ultimo giorno.

di Giuseppe Tattara

Maria di Magdala è una tra le donne che seguono Gesù e il nome Maria è accompagnato da quello del luogo di origine. Questa Maria non è definita con riferimento a un uomo come altre volte succede nei vangeli (marito, padre ecc., Maria di…), quindi si presenta da subito come una donna indipendente in una società patriarcale.

di Vittorio Borraccetti

1. La riflessione su Genesi tra fede e scienza mi è sembrata un tentativo di dare al racconto biblico della creazione un significato che da una parte non contraddica lo stato attuale della nostra conoscenza dell’origine dell’universo e della storia dell’umanità e dall’altra corrisponda alle nostre sensibilità e aspirazioni etiche. A mio modo di vedere, così facendo si è preteso, e si pretende, troppo da quel racconto.
Nei secoli le generazioni che ci hanno preceduto hanno letto il racconto, comunque, nel senso di ritenere l’universo creato da un Dio personale secondo leggi ordinate. Da tempo abbiamo smesso di credere che quel racconto sia la storia dell’origine dell’universo.

Pubblichiamo la registrazione dell'incontro online del 22 febbraio 2021 con il biblista Jean Louis Ska. Gli abbiamo rivolto alcune domande per rileggere i brani biblici della creazione a partire dalle questioni poste nel numero della rivista Esodo "E fu sera e fu mattina" - la genesi tra fede e scienza. Il dialogo fa parte di un percorso di ricerca dell’Associazione Esodo sul “futuro del cristianesimo” articolato in incontri, riflessioni sul sito e in alcuni numeri della rivista.


Da numerosi anni un gruppo di preti  delle Diocesi del Friuli Venezia Giulia e del Veneto ha predisposto, in occasione del Natale, una “lettera” rivolta "a tutte le persone che non s’arrendono ad accettare la disumanità e s’impegnano a essere umani e a diffondere umanità” e in modo particolare alle varie comunità di credenti e non credenti presenti sul territorio delle due regioni, proponendo, in occasione del speciale avvenimento natalizio, riflessioni e significati inerenti la condizione umana con riferimento particolare  a coloro che vivono le diverse situazioni di marginalità e di esclusione.
Per il Natale di questo 2020 il contenuto della Lettera è espressione non solo della pluralità di preti firmatari ma pure di organizzazioni laicali  operanti  nelle due regioni sui temi della fede e dei diritti civili e tra questi Esodo nella sua componente associativa. Ci è parso doveroso proporre l’importante testo agli amici che con significativo interesse seguono il nostro sito. 

Scarica la Lettera di Natale

Pubblichiamo l'invito a un convegno dell'Associazione Biblica della Svizzera Italiana (ASBI), con la quale Esodo ha iniziato una collaborazione.

Sabato 21 novembre 2020, a partire dalle 9.30, vivremo un interessante convegno ecumenico intitolato “ALLE RADICI DELLA COMUNITA’ CRISTIANA. Per una pastorale ecclesiale che guardi al futuro”. 

 

"Sogniamo come un'unica umanità, come viandanti fatti della stessa carne umana,come figli di questa stessa terra che ospita tutti noi, ciascuno con la ricchezza della sua fede o delle sue convinzioni, ciascuno con la propria voce, tutti fratelli!"

papa Francesco

Go to top
JSN Shine is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework