il punto di Piana

di Giannino Piana 

Su molte questioni che riguardano specialmente i campi della bioetica e della morale sessuale e matrimoniale, la “dottrina cattolica” chiama in causa il concetto di “natura” oggi contestato da più parti. Che cosa pensi? Ritieni sia ancora possibile fare ricorso a esso?

Il concetto di “natura” (e conseguentemente di legge e di diritto naturale) per il significato che ha storicamente assunto, soprattutto a partire dagli inizi della modernità, è oggi difficilmente utilizzabile.

di Giannino Piana

Il capitalismo (o il neo capitalismo) è davvero la causa fondamentale dell’odierna crisi ambientale o si tratta di un pregiudizio ideologico? Altre sono le cause?

Il capitalismo o meglio il neocapitalismo, che si distingue dal primo sia per l’affermarsi di un mercato unico mondiale, conseguenza dell’interdipendenza tra i popoli provocata dalla globalizzazione, sia per l’assegnazione del primato all’economia finanziaria da cui l’economia produttiva dipende, è senz’altro il fattore principale della grave crisi ambientale odierna.

di Giannino Piana

Il 22 febbraio scorso la Congregazione per la dottrina della fede rispondeva negativamente a un quesito relativo alla possibilità di impartire una benedizione a unioni di persone dello stesso sesso. Che cosa ne pensi? E quali sono le motivazioni?

Confesso anzitutto la mia perplessità di fronte a una presa di posizione che ritengo per lo meno anacronistica. Mi sembrava che, anche grazie alle aperture di papa Francesco, si dovesse procedere in una direzione diversa, riconoscendo la positività di un’unione stabile tra persone dello stesso sesso, e che questo dovesse trovare sbocco anche nella possibilità di ricevere una benedizione.

di Giannino Piana

Il ritorno della politica “al centro” con il governo Draghi è per i cattolici, secondo Luca Diotallevi (cfr. Avvenire, 20 febbraio, p. 3) “una provocazione alla responsabilità politica”. Che cosa si vuol dire con questo? Si auspica un ritorno al “partito cattolico” o si avanza la proposta di una forma di collateralismo, anche senza una specifica formazione politica?

Non è facile rispondere. Al di là di che cosa pensa Luca Diotallevi non si può negare che negli ultimi anni si sono affacciate diverse ipotesi di presenza dei cattolici in politica, spesso direttamente sostenute dalla Conferenza Episcopale italiana. La fine della Democrazia cristiana agli inizi degli anni ’90 del secolo scorso per le note vicende di Tangentopoli ha spinto il mondo cattolico a ricercare nuove forme di presenza.

di Giannino Piana

L’art. 41 della nostra Costituzione attribuisce all’attività economica pubblica e privata fini sociali e afferma che tale attività non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale, assegnando alla legge i controlli perché questo si verifichi. Come si possono perseguire oggi questi obiettivi in presenza di un sistema economico in cui ha il sopravvento la finanziarizzazione e in un contesto di accentuata globalizzazione?

Le finalità sociali attribuite dalla nostra Costituzione all’attività economica sono oggi fortemente minate dai processi che vengono qui giustamente richiamati.

di Giannino Piana

Il quotidiano “L’Avvenire” del 29 novembre scorso (pp. 6-7) riportava i risultati di un’inchiesta realizzata dalla giornalista francese Louise Audibert e pubblicata originariamente su “La Croix Hebdo” che portava alla luce un impressionante traffico internazionale di embrioni destinati alla maternità surrogata. Puoi dirci di che cosa si tratta? E come mai questo allarmante reportage ha avuto scarsissima risonanza sulla stampa nazionale?

L’inchiesta della giornalista francese è senz’altro – come tu dici – impressionante e allarmante. Si tratta di un traffico di embrioni che vengono prelevati da laboratori di Paesi asiatici – l’India e il Nepal in particolare –

di Giannino Piana

L’ultima enciclica di papa Francesco “Fratelli tutti” ha avuto un’ampia risonanza nell’opinione pubblica. Puoi illustrarci i concetti fondamentali?

I concetti fondamentali dell’enciclica sono riconducibili a due grandi temi, quello della fraternità universale e quello dell’amicizia sociale, due modalità diverse e complementari di vivere la carità. Il primo tema – la fraternità universale – riguarda il vincolo che ci unisce come fratelli all’intera umanità e ci rende responsabili del destino di tutti gli uomini. Il secondo – l’amicizia sociale – ha come oggetto le persone con cui entriamo direttamente in contatto e con le quali si sviluppano relazioni immediate nei vari ambiti della vita associata.

di Giannino Piana

Il recente Documento della Congregazione per la dottrina della fede dal titolo Samaritanus Bonus sulla cura delle persone nelle fasi critiche e terminali della vita ha suscitato vivaci reazioni nel mondo laico e il silenzio di gran parte del mondo cattolico. Che dire? Quali i contenuti del dissenso nei confronti del documento? E quali le ragioni del generale disagio?

Il Documento della Congregazione vaticana sulle questioni relative al fine vita è un documento ampio e complesso.

di Giannino Piana

La famiglia attraversa oggi una profonda crisi d’identità. Si moltiplicano, infatti, le tipologie di famiglia diverse da quella tradizionale: dalle famiglie arcobaleno a quelle ricomposte. Ma soprattutto – come ha di recente rilevato un’indagine dell’Istat – aumentano ogni giorno i casi di separazione e di divorzio;

Go to top
JSN Shine is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework