il punto di Piana

di Giannino Piana

Il recente Documento della Congregazione per la dottrina della fede dal titolo Samaritanus Bonus sulla cura delle persone nelle fasi critiche e terminali della vita ha suscitato vivaci reazioni nel mondo laico e il silenzio di gran parte del mondo cattolico. Che dire? Quali i contenuti del dissenso nei confronti del documento? E quali le ragioni del generale disagio?

Il Documento della Congregazione vaticana sulle questioni relative al fine vita è un documento ampio e complesso.

di Giannino Piana

La famiglia attraversa oggi una profonda crisi d’identità. Si moltiplicano, infatti, le tipologie di famiglia diverse da quella tradizionale: dalle famiglie arcobaleno a quelle ricomposte. Ma soprattutto – come ha di recente rilevato un’indagine dell’Istat – aumentano ogni giorno i casi di separazione e di divorzio;

di Giannino Piana

Grande scalpore ha suscitato nell’opinione pubblica, con reazioni di segno opposto, la recente presa di posizione del Ministero della salute a proposito della gestione dell’interruzione volontaria farmacologica della gravidanza con RU486. Quali sono a tuo parere gli aspetti più significativi di questi nuovi dispositivi?

La novità più significativa introdotta dalla circolare del Ministero della salute, accanto alla dilatazione di due settimane del tempo in cui è possibile ricorrere all’interruzione farmacologica della gravidanza,

di Giannino Piana

La presentazione in Parlamento della cosiddetta legge contro l’omotransfobia ha suscitato in alcuni settori del mondo cattolico (e non solo) vivaci reazioni. Quali le ragioni del dissenso? E come valutarle?

Per rimanere nell’ambito del mondo cattolico, immediata e assai rigida è stata la reazione della CEI

di Giannino Piana

Il coronavirus ha messo in evidenza i limiti dell’attuale modello di sviluppo. Sono molti a ritenere che tra le cause che hanno provocato la pandemia in corso vi è la crisi ecologica. Che cosa ne pensi?

Sono convinto che sia così. La distruzione degli habitat naturali e l’inquinamento antropico, sono senz’altro tra i fattori più rilevanti, se non il fattore principale, dello scatenarsi dell’attuale pandemia.

di Giannino Piana

Siamo ormai a tre mesi dall’inizio della pandemia. Si sta andando fortunatamente, anche se a passi cauti e lenti, verso la normalità. È possibile fare un bilancio su quanto è avvenuto?

In realtà, per quanto ci viene detto e ne sappiamo, siamo ancora ben lontani dalla situazione di normalità.La ripresa della vita economica è avviata, ma non è certo totale e persistono difficoltà che a lungo si protrarranno come quella dei trasporti.

 di Giannino Piana

Tanta è la voglia di tornare alla vita normale di prima: ma non sarà così, la situazione sarà diversa. Quale situazione sociale si presenterà? Non ci può forse essere il rischio di un ritorno al passato?

È fuori dubbio che la ripresa presenterà una situazione diversa da quella di prima della pandemia. All’emergenza sanitaria succederà (e potrà durare a lungo) una grave emergenza economico-sociale.

di Giannino Piana

Per descrivere l’attuale situazione viene usato il linguaggio bellico: siamo in guerra. Soprattutto da chi è al governo come Trump, Macron, Conte e i governatori delle regioni. Non ti sembra scorretto e finalizzato a suscitare forti emozioni di paura per coagulare il consenso?

di Giannino Piana 

La pandemia da coronavirus ha dato luogo a una serie di espressioni religiose legate alla pietà popolare: rosario, indulgenza plenaria, benedizioni con ostensorio in piazze delle città, invocazioni di santi e di madonne venerate per particolari episodi miracolosi del passato, e così via.

Go to top
JSN Shine is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework